Rugby Fiumicello | Rugby Borgo Poncarale
16810
page,page-id-16810,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-6.6,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.3,vc_responsive

Rugby Borgo Poncarale

RUGBY BORGO PONCARALE

(la squadra Seniores del Rugby Fiumicello)

Il settore seniores del Rugby Fiumicello è la diretta continuazione del Rugby Borgo Poncarale, società con oltre 35 anni di vita.

Il Rugby Borgo è stato qualche tempo fa definito da un amico giornalista come “il più gallese dei clubs bresciani”: tale definizione ci fa ovviamente onore poiché richiama tutto quel mix di tradizione, goliardia e spirito di squadra che evoca l’accostamento con i “tosti” e allegri amici di Cardiff e soprattutto delle valli dei dintorni.

Il Rugby nasce a Borgo Poncarale nel 1981 grazie ad un gruppo di appassionati (tra gli altri Umberto Arici, Enzo Ranchetti e Domenico Catina)

che hanno contribuito alla realizzazione dell’impianto sportivo, sul terreno dell’oratorio, e alla cessione dei diritti sportivi del disciolto Sari Gussago, gloriosa società sportiva della provincia.

Presidente da oltre un decennio è Lorenzo Bonomi, personaggio carismatico del Rugby Bresciano (con lui il Rugby Brescia vinse l’indimenticato scudetto del 1974) che dopo anni di assenza dai campi ha voluto onorare il Rugby Borgo della sua amicizia e del suo saggio consiglio, forse riconoscendo al Borgo quello spirito essenziale e quell’entusiasmo che ha contraddistinto la sua prima felice esperienza da dirigente sportivo di primissimo livello.

La squadra Seniores e tutto il gruppo dirigenziale, oltre per i risultati sportivi è nota in tutta la provincia (ed oltre) per la propria vitalità che, nel corso degli anni, ha consentito di creare uno spirito di gruppo unico, nel solco della genuina tradizione rugbystica: parlano da soli i numeri della ormai tradizionale festa e le innumerevoli tourneè di fine campionato, con incontri disputati dal Canada ai Paesi Britannici, ai principali paesi europei, oltre a Tunisia e Dubai.

La Festa del Rugby Borgo, ormai una tradizione per il rugby bresciano e per la provincia, si celebra dal 1988 circa, ed ha lo scopo di autofinanziare l’intera attività sportiva: il Rugby Borgo tra l’altro, non dispone di un impianto comunale, ma l’amministrazione comunale, ha messo a disposizione una struttura stabile ove svolgere il cosiddetto “terzo tempo” e, appunto, organizzare la Festa.

In tal modo, e con il contributo di oltre cento volontari, tra giocatori e +simpatizzanti, il Rugby Borgo riesce ad organizzare un evento che richiama migliaia di appassionati ogni anno.

Sin dal campionato 2001-2002 è nata la collaborazione con il Rugby Fiumicello, che per una serie di circostanze aveva deciso di tornare alla propria originaria vocazione, ovvero quella del rugby squisitamente giovanile, cessando l’attività seniores. Il Presidente Bonomi ha incontrato al Fiumicello l’amico e sponsor Elio Ghidoni: due presenze di primissimo livello per il rugby italiano, assolutamente discrete e defilate, ma decisive per il sostegno, economico e non, che garantiscono a Borgo e Fiumicello, e per i valori sanno trasmettere.

Dal campionato 2015 2016 tale sinergia tra i due clubs diventa un vero e proprio sodalizio, con il travaso reciproco di giocatori, dirigenti ed allenatori. Tutti i tesserati seniores vengono inscritti al campionato come Rugby Fiumicello, anche per ragioni regolamentari, in modo da consentire la partecipazione al più prestigioso Girone C Elite Nazionale, oltre che per permettere, a campionato in corso, il debutto in prima squadra dei giovani più promettenti . Lo scorso anno molti under 18 hanno infatti esordito in campionato, con ottime prestazioni.

La giovanissima squadra seniores, allenata dal coach Piero Molinari, che nonostante la giovane età ha per lungo tempo allenato in serie A, affronterà nuovamente il campionato di serie C Elite Nazionali con ambizioni di ben figurare ed accedere ai play off, anche se non sarà facile ripetersi vista l’agguerritissima concorrenza.

Piero Molinari funge da responsabile tecnico di tutta la struttura, coadiuvato da Alessandro Lanfredi per la mischia e da Vincenzo Beretta per i tre quarti. Il Prof. Roberto “Mambo” Mabellini affianca la preparazione tradizionale con l’innovativo crossfit, presso una struttura ove si allenano con entusiasmo anche gli under 18, che ormai formano un gruppo di lavoro perfettamente integrato con la prima squadra.

Continuerà ad occuparsi invece del settore propaganda, esclusivamente targato Borgo, Claudio Pasquali, glorioso “pilone” del Calvisano e poi di Borgo, coadiuvato da giocatori che si sono generosamente messi a disposizione della società, quali Alberto Regonini, Davide Quadrio, Fabio Marchina.

 

Dove siamo